Cari amici, riepilogo qui di seguito i principali temi che avremo modo di sviluppare nel corso dell’anno rotariano che mi accingo a presiedere e le linee guida che mi prefiggo di seguire al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati. In primo luogo un accenno sull’Amministrazione del Club: a) abbiamo conseguito lusinghieri risultati nelle attività di servizio con il 70% dei fondi dello scorso anno rotariano devoluti in beneficienza; b) abbiamo ricevuto, in considerazione di ciò, il Riconoscimento a livello Distrettuale dell’attività svolta; c) per far fronte a tutte le predette attività di servizio e per il regolare funzionamento del Club con gli innumerevoli impegni di carattere amministrativo abbiamo avuto, come diretta conseguenza, problemi di “cassa”, con molti dei membri del Consiglio Direttivo che hanno anticipato il versamento dell’importo della quota semestrale al fine di sopperire ai problemi di bilancio. Per quanto riguarda l’Effettivo, constatiamo una continua diminuzione del numero di soci. Ad oggi siamo arrivati a quota 60, con una riduzione notevole degli affiliati riconducibile a motivi professionali, sopraggiunti limiti d’età, trasferimenti e in alcuni casi, fortunatamente contenuti, per radiazione a causa di morosità. Nonostante i problemi è, comunque, nostra ferma intenzione proseguire nell’azione di Servizio con il tradizionale supporto alla Casa Famiglia “Bice Porcu”, con la partecipazione alle borse di studio per gli orfani delle Forze Armate (segnalo che molti Club romani si sono “defilati” da questo), l’aiuto alla Lega del Filo d’Oro, e con il sostegno alle attività di servizio del Distretto e del Rotary International. La Commissione effettivo, presieduta dall’amico Alessandro la Penna, avrà il compito di sviluppare un piano di reclutamento cui tutti i Soci sono chiamati a contribuire. In quest’ottica sono ben accette tutte le proposte che concretamente possono aiutare il nostro Club a crescere. Nel concreto, abbiamo già proceduto al cambio di sede delle nostre conviviali. Abbiamo raggiunto un accordo, infatti, con il management dell’Hotel “The Duke”, che ci consente, con una minor spesa il mantenimento del livello qualitativo che, anzi speriamo sia aumentato. E’ confermato l’ormai classico appuntamento con il “Rotary e Rugby”, giunto alla sua quarta edizione (sabato 17 settembre) con il coinvolgimento attivo del nostro Rotaract e quest’anno anche con un gadget (braccialetto) da proporre al pubblico a fronte di modesto contributo economico. Questa è stata una brillante idea del nostro segretario Roberto De Marchis, prontamente messa in opera da Franco Baglio che insieme ad Alessandro La Penna sta curando l’evento. Anche quest’anno sponsor tecnico è Rugby Sport che ci ha fornito le due mute di maglie al costo di fabbrica. Auspico il coinvolgimento attivo dei Soci: vorrei, infatti continuare, sulla scia dei miei predecessori, a proporre qualche serata dove saremo intrattenuti non da ospiti esterni, ma da Soci del nostro Club: credo, infatti, che questo sia un modo simpatico ed interessante per conoscerci meglio; ricordo a voi tutti e continuerò a farlo nel corso del mio anno di presidenza, che aspetto consigli, suggerimenti ed aiuto da voi tutti; Sicuramente utilizzerò la collaborazione con gli altri Club per eventi interessanti, utili agli altri nell’ottica del servizio, tenendo un occhio al bilancio. A tale riguardo vi informo che il nostro Club ha già aderito al progetto “Universo d’Argento” per l’ottenimento di una sovvenzione Distrettuale. Si tratta, in breve, di affrontare il tema dell’Alzheimer fornendo uno screening gratuito ad un certo numero di Centri Anziani della nostra città (uno a Municipio) e fornendo un sostegno alle famiglie con la segnalazione all’Associazione Famiglie Alzheimer. Il costo del progetto è, per il nostro Club, di solo 500,00 euro, ma saremo chiamati a contribuire donando il nostro tempo… Chiederemo l’aiuto del Distretto, stasera qui rappresentato dall’amico Gianluca Fonzi in qualità di assistente del Governatore, coinvolgendo in qualche serata i Presidenti di Commissioni distrettuali, al fine di raggiungere più agevolmente i traguardi fissati. Infine invito noi tutti a registrarci sul sito My Rotary, dove è possibile trovare notizie, spunti e riflessioni utili alla vita rotariana. Concludo formulando a tutti voi amici un felice anno rotariano. Massimo Mastrorilli

Leggi la lettera completa: